martedì, febbraio 27, 2007

Un anno fa...

Dopo anni di ricerca sulla figura dello scienziato Efisio Marini , noto per gli studi sulla pietrificazione dei cadaveri, a partire dal 2004, Corrado Zedda ed io, ci siamo attivati per ottenere le autorizzazioni per la riesumazione del corpo dello storico Pietro Martini, pietrificato subito dopo la morte (27 febbraio 1866) proprio dallo scienziato cagliaritano. Dopo innumerevoli tentativi all’inizio del 2006 la svolta: riusciamo ad avere tutti i permessi. Il giorno della riesumazione viene deciso: il 27 febbraio 2006 alle otto del mattino, dopo 140 anni dalla sua pietrficazione. Come in un film horror la giornata si presenta buia e tempestosa. Una piccola bufera si scatena sul cimitero monumentale di Bonaria a Cagliari. La riesumazione della salma del Martini, porta, con nostro rammarico, alla scoperta dei danni irreparabili prodottisi sul corpo dell’illustre pietrificato. Nonostante ciò alcune parti sono rimaste in buono stato di conservazione. I dubbi e le domande immediatamente si rincorsero sulle cause che hanno concorso a provocare lo sfascio e il degrado del quale siamo stati tristi testimoni insieme al Dottor Antonio Maccioni e agli altri studiosi intervenuti alla riesumazione. In base ai documenti recuperati dal Dott. Zedda, è risultato che non sono state rispettate, dall’amministrazione comunale dell’epoca, le condizioni di conservazione richieste esplicitamente da Efisio Marini. I risultati sull’esito della riesumazione, il successivo esame autoptico e sulle cause del deterioramento della salma verrano raccolti in un dossier in fase di ultimazione.

3 commenti:

Lessà ha detto...

Ma non si sa che procedimento utilizziava? Quello che è il "cadavere" roccia o meno chessia, non è stato analizzato? Ultimemente sto studiando paleontologia e quindi mi sto spaccando la testa su come si fossilizza qualcosa...e come riconoscerla.... come posso saperne di più? è interessantissimo

Luigi Serra ha detto...

@Lessà Non si sa nulla. La formula è segreta, non si conosce. Ma se vai sul sito qualcosa in più la trovi.
Ciao
href="http://www.efisiomarini.info"

Le ha detto...

thanks luigi.