sabato, gennaio 12, 2008

Gruppo Misto story - prima parte

La copertina del n° 4 di Gruppo Misto.

Oggi vi racconto la vera storia di Gruppo Misto, la prima rivista di fumetti in Sardegna. Riavvolgiamo il nastro e facciamo un viaggio indietro nel tempo. Era il 1991, a gennaio era uscito il primo numero di Little Nemo. Efisio Bianco ed io stavamo preparando il nuovo numero della fanzine per il successivo viaggio a Lucca Comics. Su un giornale locale di annunci leggiamo che una casa editrice sarda sta cercando sceneggiatori e disegnatori di fumetti La casa editrice in questione pubblicava Cagliari By Night, una rivistina destinata ai pub e locali notturni, molto in voga in quel periodo. L’iniziativa pareva interessante e ci recammo all’appuntamento. A riceverci fu Alessandro Deplano, meglio noto come Alex Comix, un giovanissimo redattore che si occupava della parte grafica e di realizzare delle vignette satiriche. Il giovane sembrava avere le idee chiare e molto entusiasmo.
I problemi arrivarono dopo, con l’editore. La rivista avrebbe dovuto chiamarsi con il suo nome, cioè, Cocco. Noi avremmo dovuto disegnare su testi suoi, a dei ritmi pazzeschi e soprattutto gratis. La frase storica fu: “Così vi fate pubblicità”. Non ci ha più rivisto. Per la cronaca, di li a un anno la casa editrice chiuse i battenti.
Arriviamo al 1996, un momento in cui l’idea di fare fumetti era quasi svanita, presi come eravamo da diversi problemi personali. Alla fine di quell’anno si rifà vivo Alex Comix. Intraprendente com’era, aveva iniziato a collaborare con un’altra casa editrice locale: Sardegna Oltre. L’editore non sembrava un cazzaro, la sede dava l’impressione di efficienza e, cosa importante, sembrava davvero interessato a pubblicare una rivista di fumetti. Però dopo circa un mese un’altra delusione: ci dissero che in quei mesi sarebbero dovuti partire con altre iniziative editoriali e la realizzazione della rivista era rimandata a data da destinarsi. Una bella doccia fredda.
Sotto la pressione di Alessandro Deplano, che ogni mese ritornava alla carica, l’editore decise, finalmente, nell’autunno del 1997, di impiegare delle risorse per la pubblicazione della rivista.
Il nucleo storico era composto da Alessandro Deplano (disegnatore umoristico), Luigi Serra (sceneggiatore e disegnatore), Efisio Bianco (disegnatore) e dal nuovo arrivo Luca Masala (sceneggiatore e disegnatore umoristico).
Si decise di chiamare la rivista Gruppomisto e ricevuto l’ok dell’editore furono fatte partire le selezioni per i futuri collaboratori. Fu un successo incredibile, nel giro di qualche mese si presentarono in cinquanta fra sceneggiatori e disegnatori. Erano tutti sardi ma al di fuori dell’ambiente fumettistico locale. Facevano fumetti a casa loro, senza nessun contatto con gli altri autori. Il migliore era sicuramente Marco Meloni, che entrò nella Scuola Disney e che nel giro di qualche mese inizio la sua carriera professionale che continua tutt’ora.
Le cose, insomma, procedevano bene e fu stampato un numero zero in tiratura limitata, da mostrare agli inserzionisti che avrebbero dovuto sponsorizzare la rivista .
Fine prima parte

1 commento:

roberto ha detto...

Ciao mi chiamo Roberto mi piacerebbe leggere un fumetto con disegni di efisio Bianco..potresti aiutarmi? Grazie e salutami Efiso...ciao alla prox