giovedì, settembre 13, 2007

Sfrontato e presuntuoso


L'anonimo utente forever_nerds nel commenti al post precedente ha detto...

"Hai dimenticato però di scrivere che in quegli anni hai anche avuto la sfrontatezza di esporre a Quartu delle tue tavole che erano palesemente ricalcate da "Ananga"... Era il periodo in cui credevi ancora di essere un disegnatore... "

Premetto che chi posta dei commenti anonimi, che mi sembrano vagamente offensivi, ha la grande capacità di farmi girare le palle, e quindi la mia prima reazione, dopo aver letto il commento, è stata quella di ignorarlo. Poi ho pensato agli altri utenti, che magari si sarebbero incuriositi, e ho deciso di rispondere in modo pacato.

Si, caro amico, dotato di una straordinaria memoria, ero davvero sfrontato, tanto è vero che proprio a Lucca ho mostrato a Civitelli quei disegni, dichiarando apertamente la mia ammirazione. Tra l'altro i disegni, non sono ricalcati ma si rifanno ad alcune soluzioni di inquadratura e scelta della posizione dei personaggi. Ebbene, Civitelli fu ben contento di questo omaggio, che è talmente evidente da essere una vera e propria citazione, che io non ho mai nascosto a nessuno.
Non sono certo il primo che fa una cosa simile, lo fanno, capita anche ai disegnatori professionisti, ed io non lo sono. Per chiarirti un po' le idee leggiti questo post dal blog di Roberto Recchioni.
A proposito della presunzione, hai proprio ragione, forevere_nerds, infatti in questi giorni ho ripreso a disegnare. Spero ti faccia piacere.
Stammi bene, penso tu ne abbia bisogno.

Ad illustrare il post proprio due tavole esposte nel 1991 a Quartu S. Elena, nel locale "Ottocento".

7 commenti:

Capitan Ambù ha detto...

Certo che trovare un utente che ti odia mi sembra strano conoscendoti, ma che gli hai fatto??? Per come ti conosco io Luigi non mi sembra che tu sia presuntuoso o che abbia mai decalcato disegni altrui per lavorare, fossi l'anonimo sfoglierei qualcuno dei fumetti che circolano oggi giorno di giovani disegnatori affamati di pubblicazione, quelli si che decalcano.
Che tristezza questi personaggi, uscite all'aria aperta e lasciate in pace a chi ha vera passione per questo mondo, riguardo a te Luigi non ti curar di loro...
A presto.

M@Mi ha detto...

:( Quoto il Capitano... tanta meschinità e pochezza non merita niente...
M@

Luigi Serra ha detto...

@Capitan Ambù
@Mami
Si, è veramente una cosa meschina. Spero che non sia chi penso io. Sarebbe davvero triste, per lui.

Ketty Formaggio ha detto...

Ciao Luigi, venivo qui nel tuo blog per ringraziarti della tua visita al mio e vedo con piacere che hai aggiunto il mio nome ai tuoi link, grazie!
Leggendo questo tuo post mi sono ricordata della gente che odia me. Ce n'è, e non è nemmeno anonima. E' molto doloroso essere odiati, specie se prima certe persone erano tue amiche. E' un dolore perchè non riuscirai più a vedere quelle persone con serenità quando le incontrerai. E in questi casi il perdono nel cuore non è sufficiente a rimettere a posto tutto.

Comunque non mollare e continua a disegnare! ^___^
Baci! Ketty

Luigi Serra ha detto...

Grazie, Ketty. Seguo il tuo blog da un po'. Anche se non commento quasi mai. Tu e Giuseppe siete molto bravi.
Ciao a presto.

Marco ha detto...

Ben detto Luigi!
Anch'io in una tavola di una mia storia uscita sulla fanzine Fatece Largo ho ripreso una tavola del grande Hugo Pratt, nel mio piccolo ho cercato di fare proprio un omaggio ad un autore che apprezzo...la mia citazione era talmente palese che è logico che si trattasse di una citazione/omaggio......in ogni caso mi fa piacere che tu abbia ripreso a disegnare, ciao Luigi! ^___^

Luigi Serra ha detto...

@Marco
Si, ricordo bene quella tavola. Era una citazione perfettamente inserita nel contesto della sua storia.
Ho ripreso a diseganre, anche se sarebbe meglio dire che sto allenando e rimettendo in forma la mano.
Ciao, a presto.