sabato, novembre 17, 2007

Il mestiere di lettore e la lista della spesa

Oggi mi sono reso conto che è nata una nuova categoria all'interno del mondo dei fumetti, quella del lettore professionista. Mentre un'altra è in via di estinzione se non morta del tutto, quella del lettore distratto o occasionale. Il sistema della distribuzione in libreria obbliga l'acquirente a programmare i suoi acquisti con mesi di anticipo, come se dovesse prenotare un vacanza.
Prima dell'estate tramite news di informazione, forum e blog vengo a sapere di Brancaccio un interessante fumetto edito dalla Becco Giallo. Con entusiasmo vado nella mia solita fumetteria ma mi dicono che l'hanno esaurito. Va bene, dico io, lo posso ordinare? Si, non c'è problema, mi rispondono. Passano i mesi. Uno, due , tre. Arriviamo a metà novembre e ancora nulla. Mi dicono: "No, sai, debbono, forse, ristamparlo in una nuova edizione..." Rimango perplesso e rispondo: "Ah, ok. Senti, vorrei anche ordinare Battaglia di Roberto Recchioni e Milano Criminale di Diego Cajelli delle edizioni BD." Risposta: Si, però non so quante copie me ne mandano, sai dovresti fare le tue prenotazioni due mesi prima, così l'editore sa quante copie ne deve stampare. Se no rischi, di non trovare copie disponibili. Devi prima consultare i cataloghi ". "Adesso potrebbero volerci mesi."
Resto sbigottito. Certo che posso consultare i cataloghi. Ma non è che posso comprare tutto a scatola chiusa . Non ho voglia e tempo di stare a guardare i cataloghi, che spesso annunciano fumetti che usciranno dopo mesi di ritardo, o forse mai. E io magari nel frattempo sono morto...
Poi il libraio continua: "Poi, sai, non è che io posso ordinare copie in più, e se poi non le vendo?"
Sinceramente mi sembra un sistema malato. Io che voglio comprare fumetti, non riesco a comprarli perchè non li trovo.
E il lettore occasionale dove lo mettiamo? In questo modo è tagliato fuori. Se non vede un prodotto, non lo compra.
Quindi è chiaro che mi dovrò organizzare. Dovrò diventare un lettore professionista. Avrò i miei cataloghi, li spulcierò per bene, e poi andrò dal mio libraio di fiducia con la lista della spesa. Mmm, non so... Ho paura che dopo tutta questa fatica, sarò così stanco che non avrò più voglia di leggerli.

5 commenti:

Marco ha detto...

Quoto in pieno il tuo post, Luigi! :)
Salutiz!

efisio ha detto...

Un post simpatico e veritiero.
ciao!

Luigi Serra ha detto...

@Marco Ti ringrazio. Saluti

@Efisio Grazie anche a te. Non dubitavo che fossi d'accordo con me.

Capitan Ambù ha detto...

Ma non esiste una fumetteria a Cagliari? La casa editrice che stampa in base alle richieste mi fà strano non penso abbia finito tutte le copie. Per Brancaccio è verissimo che lo stanno ristampando e per di più varcherà i nostri confini.
Puoi anche decidere di aprire una fumetteria seria a Cagliari.
A Natale sono a Cagliari ci si vede?

Ciao Luigi.

Luigi Serra ha detto...

@ Fabiano
Certo, ci vediamo di sicuro.