sabato, aprile 19, 2008

Civiltà e barbarie


Quando sento notizie come queste la mia simpatia per gli Stati Uniti vacilla. La Corte Suprema degli Stati Uniti ha restituto legittimità al boia. Dopo quasi nove mesi di sospensione, i giudici federali hanno stabilito che l'iniezione letale non viola la Costituzione e hanno respinto il ricorso presentato da due detenuti del Kentucky, in cui si sosteneva che il cocktail di veleni utilizzato è incompatibile con l'ottavo emendamento della Costituzione che vieta "punizioni crudeli e inusuali".
Un interessante commento a questa triste notizia lo trovate nel blog "Un mare dentro". Io non avrei saputo dire di meglio.

3 commenti:

Elsa ha detto...

ps...perdonami ma il blog si chiama "unmaredentro" non Il....

Luigi Serra ha detto...

@Elsa

Edito. :-)

Efisio Bianco ha detto...

Cito Franco Battiato:"...e non è colpa mia se esistono carnefici, se esiste l'imbecillità..."
Ciao!