martedì, settembre 16, 2008

Addio, Stefano Rosso

Ieri a 60 anni è morto uno dei cantautori più originali degli anni settanta e ottanta: Stefano Rosso. Ironico nei testi e ottimo chitarrista in perfetto stile finger-picking, ci ha lasciato tante belle canzoni come "Una Storia Disonesta" , "E allora senti cosa fo" e "Bologna '77", dedicata a Giorgiana Masi, la ragazza uccisa a Roma, vicino al Ponte Garibaldi, durante una manifestazione per il divorzio organizzata dai radicali.
Il suo sito Internet lo trovate qui. La pagina su Wikipedia invece è qua.


3 commenti:

silvano ha detto...

Giorni di lutti.

Luigi Serra ha detto...

@silvano
Purtroppo si.

avv. Aigor Sbottazzoni ha detto...

Prolifico Luigi,
il mio assistito l'ha citata in giudizio direttamente sul proprio blog.
La invito a tutelarsi di conseguenza.

Cordiali cordialità,
avv Aigor Sbottazzoni