giovedì, luglio 24, 2008

Tex...


Il ricordo più lontano che ho di Tex mi vede bambino, seduto sui gradini di casa, in un pomeriggio d'estate. Avevo circa 9 anni quando iniziai a collezionarlo regolarmente. A introdurmi alla lettura di Tex fu il mio vecchio padrone di casa, una persona che sapeva a malapena leggere e scrivere, ma che ogni mese comprava il fumetto di Aquila della notte. Non era però un collezionista, e infatti spesso e volentieri dopo averlo letto me lo regalava. Il primo numero fu una folgorazione; ricordo ancora il titolo: Condor Pass. Da allora non mi sono più fermato. Ho collezionato Tex sino al numero 400, poi un traumatico cambio di abitazione e una conseguente mancanza di spazio, mi obbligò a sistemare tutti gli albi da un caro amico, che ancora li conserva gelosamente nella sua casa di Armungia.
In questi anni, a periodi alterni, ho letto diversi albi di Tex, acquistati o prestati. Le occasioni principali sono stati il ritorno di Mefisto e il racconto del passato di Carson e Tiger Jack.
Due giorni fa, incuriosito dai giudizi positivi, letti su vari forum, ho, dopo anni, riacquistato un numero di Tex. L'albo è quello attualmente in edicola, Terre Maledette di Boselli e Font. Non sono rimasto deluso. A tratti sembrava di assaporare le splendide atmosfere che solo il grande Gianluigi Bonelli sapeva creare.
Tex ha davvero qualcosa di magico. Passano gli anni e il fascino del personaggio rimane intatto, nonostante alcuni anni bui in cui Claudio Nizzi sembrava aver perso le redini del personaggio.
C'è voluto l'arrivo di Mauro Boselli (in assoluto l'attuale miglior sceneggiatore di storie di avventura in Italia) per rivitalizzare il personaggio.
Sono davvero tentato di ricominciare a collezionare Tex. Se la seconda parte dell'avventura in uscita ad agosto non deluderà le mie aspettative, c'è davvero il rischio che lo faccia sul serio.

7 commenti:

Mirella ha detto...

anche se io amo Zagor, Tex rimane sempre un mito^^
un salutone!!

silvanosabatino ha detto...

Anche a me piace Tex!

Luigi Serra ha detto...

@Mirella
Beh, anche Zagor mi piace molto e prima o poi ne voglio parlare.

@Silvano Sabatino
Grazie della visita

silvano ha detto...

A volte sono un po' a disagio sul tuo blog, perchè parli di fumetti, materia in cui ho un'ignoranza abissale. Quando ho visto Tex mi si è aperto il cuore. Finalmente un eroe conosciuto e amato. Lui, zagor e pochi altri. Ma Tex è stato per me figlio di operai l'america, il viaggio, la vacanza. Poi scioccamente l'ho sostituito, invece di integrarlo, con la musica e la letteratura ma è lui il seme del mio immaginario.
Adesso leggendo il tuo post, mi vien voglia di ricollezionarlo, non fosse per lo spazio, lo farei subito. Però uno forse me lo posso comprare. Cosa dici?
ciao e grazie per l'emozione.
silvano.

Luigi Serra ha detto...

@silvano
Mi fa piacere che anche hai un legame con Tex.
Un Tex ogni tanto devi comprarlo per forza. Magari prendendo gli extra o gli speciali in modo da leggere una storia completa.
Si, Tex è emozionante, ed è una lettura che non ha età.
Almeno ogni tanto bisogna regalarsela questa emozione.
Un caro saluto
Luigi

3fix ha detto...

Tex, ne ho letti parecchi. Mi piace molto quando si sfottono con Carson. E poi, come si fa a non voler bene a Tex?!...
Ciao.

Luigi Serra ha detto...

@Efisio

Le scenette tra Tex e Carson sono davvero spassose. :-)